giovedì

20

marzo 2014

5

COMMENTS

Guida: Creare un concorso su Facebook legalmente

Pubblicato in Internet e Social Network

Come creare concorsi su Facebook

Tanti usano i concorsi o i “giveaway” per promuovere una pagina Facebook; sfruttandone la diffusione virale si riesce facilmente ad aumentare il numero di fan della pagina e a trasformare questi da semplici follower ad iscritti al proprio sito o newsletter. L’importanza di trasformare i fan in iscritti è diventata maggiore da quando, a dicembre 2013, Facebook ha introdotto il nuovo algoritmo che regola la visibilità dei post nei newsfeed, facendo diventare per la gran parte dei gestori di pagine impossibile riuscire a raggiungere una grande portata dei post senza ricorrere alle inserzioni a pagamento.

Che voi gestiate la pagina Facebook di un brand, di un artista o semplicemente del blog su cui scrivete per hobby, se volete organizzare un concorso dovete fare i conti con la legge italiana. Oltre a redarre un regolamento, scegliere un premio e le date di inizio e fine del concorso occorre fare richiesta al Ministero dello Sviluppo Economico, avvalersi di un notaio e versare una cauzione pari al valore netto dei premi messi in palio: questo vuol dire che sono necessari più soldi e tempo di quanto previsto.

Ecco i passaggi da seguire per indire un concorso legalmente:

  1. Bisogna comunicare al Ministero dello Sviluppo Economico l’intenzione di svolgere il concorso a premi, almeno 15 giorni prima, compilando il modulo PREMA CO/1 a cui deve essere allegato il regolamento del concorso ed inviandolo tramite il portale www.impresa.gov.it.
  2. Versare una cauzione a favore del Ministero pari al valore netto dei premi messi in palio e allegare al modulo PREMA CO/1 la prova del versamento.
  3. Per le fasi di assegnazione dei premi e di individuazione dei vincitori bisogna avvalersi dell’intervento del responsabile della fede pubblica della Camera di Commercio competente per territorio o in alternativa di un notaio.

Il costo per indire un concorso può andare quindi da qualche centinaia di euro fino ad arrivare ad un migliaio, escludendo il costo dei premi. Bisogna inoltre aspettare circa 15 giorni per poterlo attivare. Trovate maggiori informazioni sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico. Per chi non rispetta esattamente le leggi che regolamentano i concorsi in Italia possono esserci delle sanzioni molto salate.

Se volete evitare di rivolgervi ad un notaio o al responsabile della Camera di Commercio e volete risparmiare tempo oltre che denaro, evitando di incorrere in multe salate, potete rivolgervi ad agenzie come Brandlo, che organizzano e gestiscono, con una grande esperienza nel settore, concorsi per voi dall’Inghilterra, con leggi molto meno rigide in materia di concorsi e operazioni a premio.

 

5 Comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>