Valentino Marangi

domenica

3

febbraio 2013

0

COMMENTS

Trucchi per vincere a Ruzzle su iPhone e Android

Pubblicato in Software e Trucchi

Trucchi Ruzzle

Ruzzle è il gioco che da un mesetto a questa parte sta spopolando su iPhone, iPad e su smartphone e tablet Android. E’ un gioco multiplayer dove tutti vogliono battere tutti, ecco perché in questo articolo vedremo come vincere a Ruzzle usandro trucchi e programmi segreti.

Un paroliere di sedici lettere, ogni lettera ha un punteggio come a Scarabeo e a colpi ti touch bisogna comporre parole col punteggio più alto, usando le lettere del paroliere senza mai alzare il dito dallo schermo. Sembra facile? Ma più si ha a che fare con giocatori esperti più il gioco si fa duro, e quando il gioco si fa duro i duri iniziano a giocare…usando trucchi e programmini appositi!

Esistono diversi metodi per vincere a Ruzzle, ma in questo articolo vi mostrerò solo i migliori, lasciando perdere quelli poco pratici di cui parlano gli altri siti. Vincere a Ruzzle con i vostri amici sarà un vero scherzo con i trucchi per iPhone e Android.

Vincere a Ruzzle su Android

Ruzzle HelpQuesto è decisamente il migliore dei trucchi per Ruzzle su Android. Bisogna avviare Ruzzle Help prima di aprire Ruzzle dove, una volta iniziata una partita, bisogna fare una foto allo schermo (su Samsung Galaxy S3 basta premere contemporaneamente il tasto Home ed il tasto accensione per qualche secondo). Una schermata sovrapporrà il paroliere originale e ci indicherà quali lettere toccare per comporre le parole con il più alto punteggio. Si trova su Google Play ed è gratuito.

Vincere a Ruzzle su iPhone e iPad

Per gli utenti iPhone non esistono soluzioni istantanee quanto Ruzzle Help per Android, ma se proprio si vuole barare si possono usare dei tools online. Il più valido è sicuramente Ruzzle Solver, una pagina web nella quale si presenta un paroliere vuoto che dovremo compilare con lettere apparse sul paroliere della nostra partita. Poi basta premere Solve per ottenere l’elenco delle parole con cui fare i punteggi più alti. Ruzzle Solver è raggiungibile da questa pagina.

Se invece volete creare il vostro tool per vincere a Ruzzle potete usare la lista di parole in italiano in formato txt messa a disposizione da Napolux.

Se volete sfidarmi, senza usare trucchi, il mio username è Emarap :)

martedì

4

dicembre 2012

0

COMMENTS

Angry Birds e il business model come Disney

Pubblicato in Blogging e Web Marketing

Più sono arrabbiati e più fanno soldi, gli Angry Birds hanno sbancato su tutti i fronti ed il loro modello di business è d’interesse per tutti i produttori di videogiochi che vogliono adottare un modello di business diverso da quelli tradizionali. Oltre un miliardo di downloads ed un brand popolarissimo hanno permesso a Rovio, l’azienda finlandese che nel 2009 ha prodotto il titolo, una quotazione in borsa in continua impennata.

Tanto popolare Angry Birds da avere un’influenza culturale senza precedenti per un videogioco di questi tempi. Il titolo della saga di videogiochi è stato citato nelle serie televisive The Bing Bang Theory, Grey’s Anatomy, Gossip Girl, Glee e altre, inoltre è stato citato diverse volte nelle ultime serie dei Simpsons, una delle quali nella variante “Angry Nerds” dove Nelson lancia il nerd Martin contro altri secchioni.

I videogiochi tradizionalmente vengono rilasciati a pagamento o se gratuiti spesso sono supportati da pubblicità in-game. Angry Birds che è disponibile per tutte le piattaforme, da iPhone ad Android e da Mac a Pc, con lo stesso titolo è disponibile a pagamento per alcune piattaforme e gratuitamente per altre. Ma il grande guadagno che Rovio ottiene da Angry Birds proviene da fonti alternative, cioè dalla vendita dei diritti del marchio. I guadagni veri provengono dalla vendita di magliette, giochi da tavola, peluche e altri prodotti. Guardate lo shop online ufficiale, oppure date un’occhiata ai negozi di giocattoli in questo periodo.

Qual’é il segreto del business model di Angry Birds? Guadagni alternativi generati da marchio e personaggi forti, proprio come come fanno Disney e Marvel.

 

mercoledì

28

novembre 2012

12

COMMENTS

Ottenere tanti Mi Piace su Facebook con gli Autolikers

Pubblicato in Internet e Social Network

Ricevere in pochi secondi centinaia di ‘Mi Piace’ a foto e stati su Facebook con programmi automatici non è una leggenda metropolitana, una di quelle bufale che qualche webmaster racconta ai meno esperti pur di ricevere qualche centinaio di visite in più. Proprio leggendo in giro i commenti dei meno esperti e volendo capirne di più, ho scoperto che ottenere tanti Mi Piace su Facebook in pochi secondi  è possibile.

Ciò che ci permette di ricevere tanti Mi Piace sono dei particolari programmi chiamati autolikers. Questi programmi per funzionare richiedono un access Token, ovvero un codice che gli consente di ‘fare delle cose’ con il nostro account Facebook in cambio dei centinaia di apprezzamenti ai nostri stati.

Analizzando come questi programmi funzionano ho scoperto che usano il nostro access Token per inviare apprezzamenti ad altri utenti tramite il nostro account: in pratica noi usiamo gli autolikers per ricevere tanti mi piace al nostro stato su Facebook e allo stesso tempo il programma usa il nostro account Facebook per inviare apprezzamenti agli stati degli altri utenti. Se guarderete i profili dei vari utenti che daranno apprezzamenti al vostro stato scoprirete che proverranno da tutto il mondo e difficilmente si tratterà di altri italiani. Vi consigliò di usare l’auth code di un profilo appositamente creato per far funzionare questi programmi, così da non concedergli particolari autorizzazioni con il profilo personale.

Se volete provare a ricevere tanti Mi Piace in pochi secondi allora recatevi su ULikeHits, inizialmente si aprirà una pagina pubblicitaria, dovrete attendere cinque secondi e poi fare click in alto a destra su Avanti. Nella pagina che si apre fate click su Get access Token, assicurandovi di essere loggati su Facebook con un profilo appositamente creato se non volete che il programma acceda al vostro, anche qui aspettate cinque secondi e poi fate click in alto a destra su Avanti. Dovrete seguire le indicazioni scritte sulla pagina, visitate il primo indirizzo e autorizzate l’applicazione fcendo click su ‘Vai al gioco’, poi copiate l’access token che compare nella barra degli indirizzi come indicato nell’immagine qui sotto:


A questo punto tornate alla homepage di ULikeHits ed incollate l’access token nell’apposito campo. Nella pagina che si apre dovete inserire l’id della foto o dello stato di Facebook a cui volete far ricevere i Mi Piace. Per trovare l’id della foto cliccateci su e selezionate la sequenza di numeri che segue ‘fbid=’ dall’indirizzo della pagina, mentre per quanto riguarda lo stato fate click sull’ora di pubblicazione sopra di esso (es. 6 minuti fa) e copiate la sequenza di numeri dopo ‘/posts/’.

Per far si che tutto funzioni ricordatevi che foto e stati devono avere visibilità Pubblica, quindi togliete le restrizioni se ve ne sono.

Photo credit: afagen

Guarda anche:
Come ottenere ‘Mi piace’ automatici su pagine Facebook
Comprare Fan e ‘Mi piace’ su Facebook

martedì

27

novembre 2012

6

COMMENTS

Disdetta Tiscali senza pagare

Pubblicato in Internet e Social Network, Software e Trucchi, Telefonia

Questo è un po un segreto che Tiscali e gli altri provider di adsl tengono nascosto per evitare disdette numerose. Se per disdire il contratto adsl devo pagare, magari ci penso due volte a rivolgermi ad un altro operatore. La mia opinione riguardo Tiscali già la conoscete, da poco ho cambiato provider e non ho dovuto sborsare neanche un euro a Tiscali per la disattivazione del servizio.

Quando stipuliamo un contratto per ricevere un servizio adsl ci viene garantita una velocità minima di download, nel caso di Tiscali i valori sono questi:

  • Contratto
    • 7 Megabit/s
    • 8 Megabit/s
    • 10 Megabit/s
    • 20 Megabit/s
  • Banda garantita
    • 2,8 Megabit/s
    • 6,64 Megabit/s
    • 7,4 Megabit/s
    • 13,4 Megabit/s

Effettuare la disdetta di Tiscali senza pagare costi di disattivazione è possibile dimostrando che la connessione non rispetta i valori di banda minima garantita. Per fare ciò bisogna usare Ne.Me.Sys, un software realizzato direttamente da Agcom (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni), che permette di calcolare la velocità effettiva della propria adsl e attribuisce a tale rilevazione valore legale. Ne.Me.Sys può essere scaricato gratuitamente dal sito ufficiale. Perché la rilevazione abbia effettivo valore bisogna effettuarla per 24 ore su un computer su cui non dovranno essere effettuate altre operazione, connesso tramite cavo ethernet ad un router con wifi spento, a cui non siano collegati altri dispositivi.

In ogni caso è possibile capire come usarlo attraverso questa video guida:

[youtube link=”https://www.youtube.com/watch?v=ewX-TFrcCa4″ width=”590″ height=”315″]

 

venerdì

23

novembre 2012

17

COMMENTS

Sms da 98178: attento all’sms che ti ruba il credito

Pubblicato in Telefonia

Stare attenti al numero di chiamate effettuate, di messaggi inviati o al traffico internet consumato dal cellulare non basta più per evitare che la nostra compagnia telefonica ci addebiti costi troppo alti. A volte si è costretti a pagare per servizi abilitati sul proprio numero di cellulare e mai richiesti. I tempi in cui eravamo disposti a pagare due o tre euro per una nuova suoneria o uno sfondo per il cellulare sono finiti e le aziende che vendevano quei servizi, pur di non dover chiudere i battenti, hanno pensato bene di continuare a guadagnare attivando su certi numeri abbonamenti mai richiesti dagli intestatari, al costo di circa cinque euro per settimana.

Nel caso abbiate ricevuto un sms dal numero 98178 che vi informa dell’attivazione di un nuovo abbonamento sul vostro numero allora siete stati truffati anche voi, e il vostro operatore vi scalerà dal credito l’importo indicato nell’sms. Non perdete tempo con telefonate al servizio clienti della vostra compagnia telefonica perché loro sono perfettamente al corrente di quello che fanno queste aziende e ne sono anzi complici. Dopo una lunga telefonata con un operatore di Tre, dopo averlo informato che lavoro nel campo di internet, che sono sicuro di non aver richiesto l’abbonamento e che di queste cose ne capisco, mi ha confessato che sono delle piccole truffe approvate sia da Tre che da tutti gli altri gestori italiani.

I messaggi che potete ricevere sono simili a questi:

Mittente 98178
Celebrity:abb.attivo! Ogni sett per te i migliori contenuti di Belen su http://www.scoprivip.com Info 0654218219

Se avete ricevuto un sms simile a questo telefonate al vostro operatore, chiedete di far disattivare i servizi attivi e bloccare l’attivazione di nuovi servizi premium.

L’azienda che sta dietro il numero 98178 e autrice di molte di queste truffe è Neomobile, proprietaria dei brand Dindo, Zero9, Club KiCè, Sokoo, CasinoPlanet e VipMobile, perciò quando vedete questi marchi su banner pubblicitari nei siti o nelle applicazioni per smartphone non cliccateci se non vorrete vedervi addebitare costi per abbonamenti non richiesti. Il blog SoppiamoCupido spiega nello specifico come funzionano alcuni banner che attivano questi servizi.

Photo credit: mojoey

mercoledì

14

novembre 2012

2

COMMENTS

Come trasferire i contatti da iPhone ad Android

Pubblicato in Telefonia

Contatti iPhone

Da qualche mese ho abbandonato il mio vecchio iPhone 3G per sostituirlo con un nuovo Samsung Galaxy S3. Ricordo che quando ho comprato l’iPhone nel 2008 era un vero gioiello, una novità a cui gli amanti della tecnologia non sapevano davvero resistere. Col passare degli anni i nuovi modelli di iPhone hanno portato miglioramenti hardware e potenziamenti al sistema operativo, senza pero’ introdurre vere novità in quest’ultimo, che nel corso degli anni è rimasto quasi invariato. Ecco perché quando ho dovuto cambiare telefono non ho optato per un nuovo modello di iPhone ma ho scelto un cellulare Android, che di novità, almeno per me, ne offre davvero tante.

Il passaggio da iPhone ad Android è stato indolore e direi piuttosto piacevole, il sistema è intuitivo e per ora mi sembra di non sentire la mancanza di nulla. Uno dei primi problemi a cui si va incontro quando si cambia cellulare è la perdita dei contatti di rubrica del vecchio telefono, fortunatamente trasferire contatti da iPhone ad Android è facilissimo.

Per copiare i contatti dell’iPhone esistono diversi metodi, quello più facile secondo me consiste nel farlo tramite un account Gmail, in questo modo sarà uno scherzo poi sincronizzare i contatti con il nostro cellulare Android. Tutto quello che ci serve è un account Gmail, procediamo così:

1. Se già non ce l’abbiamo creiamo un account Gmail.

2. Dall’iPhone rechiamoci in Impostazione > Posta, contatti, calendari e selezioniamo la voce Aggiungi account; nella schermata che si apre scegliamo Exchange. Compiliamo i campi inserendo l’email appena creata, l’username (compreso di @gmail.com), la password, il dominio google.com e il server m.google.com, selezioniamo Successivo. A questo punto scegliamo cosa vogliamo trasferire, oltre ai contatti è possibile esportare anche tutto quello che riguarda il calendario.

3. Nell cellulare Android rechiamoci in Impostazioni > Account e sincronizzazione, qui inseriamo il nostro account Gmail se ancora non c’è e poi selezioniamo Sincronizza tutto.

A questo punto tutti i contatti saranno sincronizzati e potrete buttare il vostro vecchio iPhone.

Photo credit: pouwerkerk